L’ambiente eoliano, bacino d’utenza dell’Istituto di Istruzione Superiore, rappresenta un humus particolarmente fertile: l’unicità geologica e morfologica, i cinque millenni di storia, coltivati da storici locali qualificati, i resti del passato, custoditi nel Museo Archeologico Eoliano, di risonanza internazionale, possono orientare l’insegnamento, in un dinamico interscambio col territorio.
La destinazione turistica del territorio costituisce, inoltre, un punto fermo nel mercato del lavoro, orientando le scelte didattiche e le committenze, verso sbocchi lavorativi.
Le evidenze del mutato ruolo della scuola all’interno della realtà socio- culturale eoliana sono numerose: la scuola non è più il solo luogo dell’apprendimento e della socializzazione per le nuove generazioni. I modelli culturali sono cambiati, la possibilità di “comunicare” con il mondo esterno è ampliata a dismisura grazie alle tecnologie digitali, ma tutto ciò non limita la pericolosa solitudine delle giovani generazioni che inclinano verso la disillusione ed una certa superficialità.
In questa realtà, resa articolata e complessa dai cambiamenti socio economici delle Isole Eolie, la scuola ha cercato nel tempo di essere una risorsa civile, sede dei processi di umanizzazione e socializzazione delle nuove generazioni.
Una scuola di qualità, luogo di acquisizione sistematica e critica della cultura, luogo in cui si promuove lo sviluppo dalle persona umana e nello stesso tempo si formano quelle professionalità essenziali e indispensabili per lo sviluppo economico di tutta la realtà insulare.